WPML not installed and activated.

Torino 2006-2016. Il viaggio continua.

By admin on 27/02/2016 in Politica e società
0
0

I XX Giochi olimpici invernali disputati a Torino nel 2006, hanno visto la partecipazione di circa 2600 sportivi da 80 paesi impegnati in 84 gare. Assieme ai Mondiali di calcio, le Olimpiadi sono state uno dei più rilevanti eventi mediatici e rappresentano la più importante occasione in termini di investimenti, comunicazione, opere pubbliche e iniziative private, anche considerando il ciclo di vita che nei Giochi copre almeno 6 anni prima della cerimonia inaugurale e sei-sette anni dopo la chiusura. La governance di queste politiche ha evidenziato una presenza prevalente di soggetti pubblici che hanno dimostrato di essere in grado di progettare e concertare con innovazione e fantasia. La mia cultura di sportivo mi porta a essere favorevole ed entusiasta delle Olimpiadi che si sono svolte nella ns città e che a tutt’oggi ci consentono di beneficiare del successo: attraverso le centinaia di persone che vengono a visitare Torino. Quando si legge che Torino è sul podio delle mete più gettonate dai turisti durante le ultime vacanze invernali , lo si deve anche alle Olimpiadi che si sono svolte nel 2006 : il New York Times, cita la nostra città tra i 52 luoghi da visitare al mondo, Lonely Planet ci considera al 6° posto tra le top ten destinazioni turistiche europee , un riconoscimento di cui non possiamo che essere fieri si tratta di un bel risultato, frutto di un lavoro di squadra e anche delle Olimpiadi del 2006, ecco perché ci troviamo qui oggi a celebrarle. Il ns obiettivo, in qualità di amministratori pubblici è di far crescere il gradimento della città presso i tour operator e di far crescere le iniziative intorno ad essa. Inoltre a mio avviso si conferma il fatto che investire in cultura è anche il modo per far crescere significativamente i flussi turistici e quindi le ricadute economiche positive.

Massimo GuerriniOlympics_19-2

About the Author

adminView all posts by admin

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

*