WPML not installed and activated.

INQUINAMENTO E BLOCCO DEL TRAFFICO: ORA BASTA, NON SERVE A NIENTE!

By admin on 17/02/2017 in Politica e società
0
0

Ogni giorno leggiamo con preoccupazione annunci di nuove misure anti Pm10 decise dalla Città, alcune soltanto proclamate come il fermo per diesel euro 4 circa l’inquinamento ambientale oltre i limiti di legge, ma vogliamo capirlo che bloccare il traffico non risolve niente? Anzi crea un grave danno per i cittadini e le famiglie che non sempre possono utilizzare i mezzi pubblici, come suggerisce l’Amministrazione – dice il Presidente della Circoscrizione Uno Massimo GUERRINI –Inoltre questa incessante comunicazione estremamente variabile da parte della Giunta comunale, che un giorno proclama il blocco per poi disdirlo poche ore prima, non fa altro che innescare ansie e preoccupazione nei confronti di coloro che hanno attività commerciali e pertanto risulterebbe loro IMPOSSIBILE RINUNCIARE ALL’AUTO.

Il blocco del traffico non è la panacea di tutti i problemi, ma a dirlo sono i dati dell’ARPA presi dopo una giornata di blocco, le PM10 non scendono di quasi nulla… vorrà dire qualcosa?

L’annunciato blocco del traffico non è la soluzione all’inquinamento delle città ma rappresenta la foglia di fico di quelle amministrazioni che non vogliono affrontare il problema alla base: gli impianti di riscaldamento vecchi e con consumi enormi e dannosi di immobili pubblici e privati che nelle città metropolitane rappresentano più del 75% dell’intero patrimonio immobiliare che ha più di 40 anni!

Rinnovare gli impianti di riscaldamento nei soli 20 capoluoghi di regione ridurrebbe le emissioni in atmosfera dal 10% al 50% questo dato è del Forum Energia.

La nostra Città detiene in questi giorni un primato negativo, di cui avremo tutti tranquillamente fatto a meno, essere il capoluogo più inquinato d’Italia, l’Amministrazione non ha solo il compito, ma ha il dovere di interrogarsi sulle vere cause di questo dato e di affrontare il problema alla base mettendo allo stesso tavolo le realtà competenti ed avviando un processo virtuoso di investimenti.

About the Author

adminView all posts by admin

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*